Chiude Yahoo! Music Store, e gli utenti rimangono fregati!

2
187

Yahoo! Music Store ha annunciato che chiuderà i battenti, riferisce Ars Technica. Con loro chiuderanno i battenti anche i server che gestiscono il DRM. In pratica, chi ha acquistato degli mp3 dal sito, non potrà più autenticare la musica da loro acquistata, e quindi non solo l’effetto sulla pirateria musicale di questo DRM sarà nullo, ma verranno puniti i clienti onesti che hanno acquistato legalmente.

Una cosa simile si era già vista con MSN Music, e dopo le proteste degli utenti Microsoft si è convinta a tenere attivi i server di autenticazione e permettere agli utenti di continuare a fruire della musica con DRM. Comunque è stato annunciato che nel 2011 quei server chiuderanno.

Yahoo! tra le altre cose, consiglia una pratica che un tempo sarebbe stata chiamata pirateria e cioè, masterizzare su CD la musica scaricata da Yahoo!, in modo rendere nulla la protezione DRM.

La domanda, oltre a chiedersi se sia lecito vendere un file protetto, e dopo qualche tempo non renderne più possibile la fruizione, potrebbe essere quella dell’effettiva utilità della pratica DRM, viste le infauste esperienze maturate sin oggi soprattutto dalle grandi compagnie.

Via Attivissimo

  • Un Tizio

    Forse ti è sfuggito un particolare… Yahoo! si è impegnata a rimborsare gli utenti e a fornire copie dei brani DRM-Free.
    Non è il caso di fare di tutta l’erba un fascio 😉

  • Davex

    Beh una buona notizia almeno.
    Converrai comunque con me che la musica lucchettata non ha senso, soprattutto per chi acquista legalmente i propri brani preferiti.
    Questo a prescindere dal gesto di Yahoo!, che mi pare quantomeno DOVUTO verso i propri utenti, anzi clienti 😉