Videopoker “hackerati” con gli smartphone

0
172

video-poker

Giocavano ad una postazione di videopoker installata in un bar tabacchi di Alba (CN), e in pochi minuti, due cinesi hanno vinto sino ad accumulare più di 500 euro. Una situazione alquanto strana, che ha insospettito il titolare, che ha quindi chiamato i Carabinieri per un controllo.

I due sono stati quindi fermati ed identificati all’esterno del Bar. Durante la perquisizione della loro auto ed in seguito nella stanza del residence i militari hanno sequestrato 3 smartphone di ultima generazione dotati di una particolare applicazione informatica che gli consentiva di interagire direttamente col software installato all’interno delle slot-machine in modo da alterarne l’aleatorietà vincendo così in continuazione.

Avevano nella stanza d’albergo anche un paio di banconote false da 50 euro ed una carta di credito risultata rubata in un’abitazione di Desenzano sul Garda (BS) alcuni mesi fa e, in una piccola cassaforte portatile, vi erano oltre 8000 euro in banconote di piccolo taglio ritenute probabile provento dell’attività fraudolenta.

Sono stati dunque denunciati per i reati di frode telematica, detenzione illecita di banconote false e ricettazione.