Altro che Ballot Screen, Microsoft rischia una mega-multa

0
252

Ricordate il famoso “Ballot screen“? Una schermata introdotta su Windows, seguendo una direttiva dell’Antitrust, che permetteva di scegliere quale browser utilizzare, tra quelli più conosciuti (Firefox, Chrome, Opera) e non solo.

Bene, dall’ultimo aggiornamento di Windows 7 dello scorso Febbraio, questa opzione è misteriosamente scomparsa, “costringendo” i nuovi utenti meno avvezzi a internet a dover usare il browser di casa Microsoft, allertando di nuovo la commissione Antitrust europea che adesso potrebbe richiedere una mega-multa per Microsoft, per una cifra che potrebbe addirittura superare i 5 miliardi di euro.

Microsoft si era impegnata a mantenere il “ballot screen” fino al 2014 per favorire la competizione nel settore, e a non sfruttare la leva di Windows a favore del browser proprietario.

Il Big di Redmond fà orecchie da mercante e bolla il tutto come un troppo semplicistico “errore tecnico“. “L’applicativo è stato fornito come deciso su tutti i PC con la versione originale di Windows 7, così come nelle versioni Windows XP e Windows Vista”.