Il vergognoso gruppo su Facebook contro i bambini down

1
138

Lo so, se n’è parlato parecchio in questi ultimi giorni, ma non potevo esimermi dal lasciare il mio personale disdegno su questo vergognoso gruppo, che è stato finalmente cancellato. Bisogna innanzitutto capire che internet non è, e assolutamente non deve diventare un porto-franco per l’inciviltà, ovviamente mi tengo alla larga dai commenti sopra le righe di alcuni politici e ministri, ma sicuramente gesti del genere vanno perseguiti a norma di legge (ma esiste una legge contro questo genere di cose?).

Per chi non lo sapesse, questo gruppo chiamato “Giochiamo al tiro al bersaglio contro i bambini down” era stato fondato un pò di tempo addietro e segnava qualcosa come mille e più iscritti (spero che la maggior parte fossero iscritti solo per esprimere il proprio dissenso), accusando i bambini  affetti da questa patologia, di essere solo un peso per la società.

Vi lascio immaginare cosa penso di questi poveracci, che tra l’altro si  erano iscritti a Facebook con gli pseudonimi “vendicatore mascherato” e “signore della notte” senza quindi mostrare le loro vere identità, voglio però lasciarvi un consiglio per il futuro, come detto da Ilnichilista, se infatti doveste trovare un gruppo simile in futuro, evitate anche solo di iscrivervi per lasciare il vostro commento contro il gruppo, questa gente non cerca altro per aumentare il numero di iscritti (che vengono poi riportati dai “giornalai” televisivi e della carta stampata), cliccate semplicemente sul tasto report in basso a sinistra della pagina del gruppo, e lasciate che sia Facebook a provvedere.

  • Campolo Mirella

    Sono una mamma di 57 anni di Messina ed ho 5 figli tutti belli ed intelligenti addirittura il più grande è prossimo alla laurea in Fisica nucleare, stà preparando già la Tesi ed ha tutti 30 nelle materie. Il mio terzo figlio, Valentino, è un ragazzo Down di 23 anni, amato e coccolato da tutti noi ed anche dalla società in cui io vivo. Non riesco a credere che nel 2010 esistono ancora nazisti hitleriani stavolta non contro gli ebrei ma addirittura contro i diversi. Ma siamo NOI gli anormali perchè sappiamo odiare, uccidere,torturare, rubare,infliggere cattiverie ed altre oscenità….I Down no!!!!, sono amabili, disponibili,servizievoli,buoni, sicuramente non tanto generosi ma con un cuore grande ed unile. Valentino è l’orgoglio mio dei suoi fratelli e di tutti. Valentino è Speciale, è importante. VALENTINO …GRAZIE DI ESISTERE.
    Mirella Campolo di Messina